Se sei interessato a partecipare alle nostre attività o anche soltanto a conscerne di più, contattaci 

Ottobre 2015

Quale Milano e quale Città Metropolitana

assemblea/convegno
Sala Alessi del Comune di Milano, Palazzo Marino, Piazza Scala 2
Sabato 24 ottobre 2015, h. 15/20

Con questo incontro pubblico e aperto ci si propone di dare voce alle cittadine e ai cittadini impegnati quotidianamente a migliorare la qualità della vita e dell'ambiente urbano, nei comitati e nelle associazioni, in gruppo o a livello personale. Si vuole presentare l'esperienza del Forum Civico Metropolitano e le sue proposte e progetti, i suoi appelli e richieste alle amministrazioni di Milano e degli altri comuni dell'area metropolitana, e alla Regione Lombardia.
Il Forum si batte per ridurre le distanze tra cittadini e istituzioni , e per aprire nuovi spazi di democrazia partecipata, che vengono invece chiusi in modo preoccupante dalle oligarchie partitiche e di potere.
L'Assemblea/Convegno di sabato 24 ottobre sarà un primo momento di incontro e di conoscenza reciproca finalizzato a uscire dall'isolamento, unire le forze e mettersi insieme. Si vuole dimostrare che si è cittadinanza non solo impegnata, libera e indipendente, ma anche capace di candidarsi al governo delle istituzioni democratiche del nostro paese, sviluppando e attuando l'ABC della buona politica e della buona amministrazione. (All.: volantino/invito e primo elenco di adesioni che sono ancora aperte).

Si chiede di fare passaparola, di riprodurre il volantino/invito e di diffonderlo sia nelle vostre mailing list sia nei luoghi dove operate.
L'incontro, tra comitati/associazioni/cittadini impegnati, nella sede del Comune di Milano è davvero un fatto storico: è proprio la prima volta in questa forma autonoma ed indipendente. Ha un grande valore di democrazia partecipata. E deve coinvolgere un numero rilevante di persone.

Il Forum, dopo aver inviato il 3 aprile 2015 una lettera/documento firmata da molti comitati e associazioni, s'era più volte rivolto al Sindaco, a tutti i Gruppi Consiliari e all'Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale per essere ascoltato nelle commissioni e nel Consiglio sulle questioni più importanti della città, senza ottenere alcuna risposta. Finalmente due Gruppi Consiliari (Radicali e M5S), a cui s'è aggiunto quello di Sinistra per Pisapia, hanno fatto - secondo regolamento, che esclude i comitati e le associazioni di cittadini! - la richiesta di uso della Sala Alessi (quella definita più "prestigiosa" di Palazzo Marino) per consentire al Forum di promuovere l'assemblea/convegno.

Finalmente i cittadini e i loro comitati ed associazioni potranno fare sentire la loro voce , dibattere liberamente nella sede istituzionale e decidere come proseguire assieme il loro impegno civico.


Scarica il volantino/invito

Visualizza i partecipanti



Giugno 2012

Una pianta per favore - Lasciamoli al verde


Milano, piazza San Fedele, AGORA PUBBLICA
Giovedì 14 giugno 2012, h. 16.30-23.00


Il Forum Civico Metropolitano convoca una agorà pubblica per rilanciare una proposta di piano di governo del territorio (pgt) , strumento di partecipazione e definizione di un modello di città metropolitana articolata in municipalità, eco-sostenibile, aperta e solidale, che si prende cura della qualità della vita quotidiana.

VERDE TANTO VERDE. L'invito a partecipare è rivolto a tutta la cittadinanza: si porti la vita di quartiere, si porti una piantina verde , si disegni una piantina di una Milano migliore, si porti una seggiola pieghevole...
E Lasciamoli al verde..., ad esempio, gli spazi ferroviari (1 milione 476 mila mq!) che si vogliono riempire ancora di cemento.
Momenti di comunicazione creativa e di svago, di musica e di attività varie, di proposte e progetti vedranno il coinvolgimento dei partecipanti...


Il Forum non condivide il PGT approvato dal Consiglio Comunale,il 22 maggio 2012.
Rimane in piedi il piano adottato ( 14 luglio 2010) dall'amministrazione Moratti, che invece poteva e doveva essere abrogato proprio perché fondato su: cementificazione e mercificazione del territorio, predominio dei cosiddetti diritti edificatori, subalternità del pubblico all'interesse privato, riduzione di spazi e servizi sociali e culturali, svalutazione del patrimonio pubblico, sovrapproduzione di uffici e case ...VUOTE! Ecc.

Non basta aver ridotto di poco la cementificazione (da 5 milioni a 3 milioni di mq ) lasciando intatta la possibilità di continuare a costruire, a fronte di piani urbanistici di 6 milioni 900 mila mq in crisi di attuazione, di 130.000 appartamenti vuoti e sfitti e di 1 milione e 350 mila mq di uffici inutilizzati! E' un PGT senza visione strategica policentrica e metropolitana, privo di un piano per il riuso del patrimonio pubblico e privato inutilizzato e/o dismesso e/o degradato. E' un PGT che prevede la realizzazione di un pezzo di autostrada in città (la famigerata Gronda Nord, ribattezzata Strada Interquartiere Nord) funzionale all'Expo (!?) al posto di infrastrutture su ferro e pubbliche. Mentre nulla si dice su oltre 14 miliardi previsti per nuove tangenziali e autostrade (Brebemi, Tem, ecc.) nell'area metropolitana.
Il Forum intende promuovere un PGT dei cittadini, costruito con la partecipazione attiva, su tutto l'arco delle questioni fondamentali: città metropolitana e superamento del comune unico di Milano, valorizzazione dei quattro elementi primari e vitali (suolo,aria,energia,acqua) finalizzati a rigenerare la qualità del paesaggio urbano naturale agricolo, a sviluppare lavoro creativo ed imprese pulite, arte cultura e conoscenza, istruzione e salute, beni comuni, servizi e trasporti pubblici.

Oltre ai rappresentanti di comitati ed associazioni, promotori del Forum, altre realtà di cittadinanza attiva aderiscono all'agorà: lavoratori dell'arte di Macao, la "Tenda del Sole" per l'energia pulita contro il nucleare, "Occupy Sfitto" per il diritto alla casa.
Ed altre adesioni stanno arrivando...

Milano, 8 giugno 2012

Scarica il comunicato

Il servizio su Televisionet TV



Maggio 2012

Piazza San Fedele


Il Forum Civico Metropolitano, spazio di democrazia partecipata e soggetto libero ed indipendente di cittadinanza attiva, presenta ai cittadini e all'opinione pubblica milanese e metropolitana uno studio critico sul Piano di Governo del Territorio che il Consiglio Comunale di Milano si appresta ad approvare.

Convoca
in piazza San Fedele lunedì 14 maggio 2012
h. 11.30/14 > una conferenza stampa
h. 17.30/20 > un presidio - agorà con cittadini associazioni comitati, a cui sono invitati a partecipare i consiglieri comunali e zonali, le forze sociali culturali e politiche della città.


Perché è necessario e utile abrogare e cancellare il vecchio Piano dell'amministrazione Moratti (2010).
Perché è sbagliata la scelta dell'amministrazione Pisapia di limitarsi a correggerne soltanto alcuni aspetti, e a prevedere ancora e sempre cemento...
Il Forum propone uno strumento di programmazione e pianificazione per un modello di città metropolitana articolata in municipalità, eco-sostenibile aperta e solidale, che si prende cura della qualità della vita quotidiana.


Finora la Giunta Pisapia e la sua maggioranza consiliare ignorano le proposte del Forum e di tante associazioni e comitati. Non rispondono alle richieste di audizione nelle commissioni.
Si ha l'impressione di avere di fronte un muro di gomma: che fine hanno fatte le solenni dichiarazioni sulla partecipazione dei cittadini?

Milano, 10 maggio 2012

Scarica il comunicato

Interventi Calise e Cappato

Intervento Gatti

Il documento del Forum viene letto in Consiglio Comunale

Situazione Milano-Limbiate



Luglio 2011

Il FORUM CIVICO METROPOLITANO
PROMUOVE E ORGANIZZA
Un PRESIDIO/ASSEMBLEA DI CITTADINI
Piazza San Fedele, Milano, h. 17.30 / 22.
GIOVEDI 14 LUGLIO 2011
Agorà San Fedele: esperienze, testimonianze, proposte.


Raccolta di firme per:
1.Abrogare il Piano di Governo del Territorio della giunta Moratti
2.Elaborare ed approvare un nuovo PGT di Milano metropolitana
3.Correggere i piani urbanistici avviati e in crisi di attuazione.

Sono invitati tutti i cittadini e i rappresentanti di associazioni e comitati, che presentarono osservazioni al piano senza essere presi in considerazione, e quelli che continuano ad impegnarsi per una città migliore, più umana e democratica.

Scarica il comunicato





 
 
  Site Map